PARCO INNOVAZIONE

economy

Creazione di ambienti favorevoli alla impresa, Interventi di rigenerazione urbana, Imprenditorialità, Infrastrutturazione ICT

Planning

Governance

Living

Sicurezza urbana, Valorizzazione e gestione del patrimonio culturale

Government

Gestione spazi pubblici e beni comuni

PARCO INNOVAZIONE

Descrizione

Progetto di rigenerazione urbana per la trasformazione delle storiche Officine Meccaniche Reggiane in un polo dell'innovazione, al servizio delle imprese e della ricerca. È il modello di sviluppo economico reggiano basato sulla economia della conoscenza. Qui pubblica amministrazione, imprese e ricerca interagiscono in modo organico ed efficace per potenziare i processi di innovazione, accrescere competitività e valore delle imprese che qui si insedieranno e della intera città.

Sito progetto

Link al sito

Parole chiave

rigenerazione urbana, sviluppo sostenibile

Data di avvio

01/12/2014

Data di completamento

30/12/2017

Obiettivi

Il Comune di Reggio Emilia ha reagito agli effetti della crisi globale avviando un processo di pianificazione e governance strategica per uno sviluppo urbano sostenibile, sempre più basato sulle competenze distintive, sulla ricerca e il trasferimento di conoscenze. La città, con il Parco Innovazione, punta a divenire un polo europeo di serivizi e funzioni al altissimo potenziale di innovazione, un cluster creativo, attrattivo per le imprese, il mondo della ricerca, giovani talenti, investitori pubblici e privati.

Il progetto si sviluppa su tre obiettivi principali:

1. Realizzare le dotazioni infrastrutturali per il completamento del Parco Innovazione perfavorire l'insediamento di realtà imprenditoriali e nuovi servizi da affiancare al Centro Internazionale Loris Malaguzzi, sede di Reggio Children, e al Tecnopolo di Reggio Emilia, sede dei laboratori di ricerca industriale dell'Università di Modena e Reggio Emilia, Crpa e REI-Reggio Emilia Innovazione (entrambi già in funzione), per la costituzione della prima esperienza in Europa di parco a carattere scientifico-tecnologico-umanistico.

2. Collegare l'area Reggiane alla città e al centro storico

3. Trasformare l'area in una polarità urbana al servizio della città e del quartiere Santa Croce

Quarto indirizzo operativo trasversale è la salvaguardia, la riqualificazione e la valorizzazione della storica area industriale dismessa delle Officine Meccaniche Reggiane, scenario della storia economica, sociale e culturale di Reggio Emilia, un luogo della memoria su cui si fonda l'identità reggiana.

Fasi/attività

2010-2012

1.PIANIFICAZIONE E GOVERNACE STRATEGICA: individuazione degli obiettivi strategici
2.PIANIFICAZIONE URBANISTICA

2012-2015

3.PIANIFICAZIONE URBANA: redazione e approvazione degli strumenti urbaistici attuativi, nello specifico il PRU IP-1a
4.PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA: redazione e approvazione dei progetti pubblici e di interesse pubblico
5.RICERCA DELLE RISORSE: assegnazione contributio sul "fondo per l'attuazione del Piano Nazionale per le Città" del Ministero per le Infrastrutture e i Trasporti e assegnazione dei contributi a valere sul DUP 2007-2013 da parte della Regione Emilia-Romagna
6.PARTENARIATO: costituzione della Società di Trasformazione Urbana Reggiane Spa tra il Comune di Reggio Emilia (70%) e Iren Rinnovabili (30%), per la realizzazione degli interventi

2015-2017

7.REALIZZAZIONE DELLE OPERE

  • Riqualificazione e recupero funzionale dei Capannoni 17 e 18 delle Officine Meccaniche Reggiane quali sedi di società e laboratori di imprese vocate all'innovazione tecnologica.
  • Riapertura del braccio storico di Viale Ramazzini, per rendere più accessibile l'area rispetto alla viabilità portante e porla in collegamento con le tangenziali.
  • Riqualificazione di Piazzale Europa, centro fisico e display comunicativo del Parco Innovazione; la piazza sarà un nuovo spazio pubblico multifunzione in grado di generare qualità urbana per l’intero quartiere e mettere in connessione l'area con il centro storico della città


Destinatari del progetto

Altre pubbliche amministrazioni

Cittadini

Imprese


Impatto del progetto

L’impatto del progetto viene autovalutato dalla città rispetto alla capacità di incidere sulle tre dimensioni dello sviluppo sostenibile nei territori che ne sono interessati:
la sostenibilità economica, intesa come capacità di generare reddito e lavoro per la popolazione e di agire sui livelli di crescita economica del territorio; la sostenibilità sociale, intesa come capacità di garantire condizioni di benessere umano equamente distribuite per classi e genere;
la sostenibilità ambientale, intesa come capacità di mantenere qualità e riproducibilità delle risorse naturali.

Ambientale

Sociale

Economico


Partenariato

Nome Ruolo nel progetto

Stu Reggiane Spa

test

Capofila

Reggio nell'Emilia

Comune

Promotore


Fonti di finanziamento

Fonte di finanziamento di natura pubblica

  • Fondi nazionali- 10.950.000 Ministero Infrastrutture e Trasporti - Piano Nazionale Città
  • Fondi regionali non strutturali- 2.000.000 Regione Emilia-Romagna - PAR FSC 2007-2013

Strumenti di PPP

  • PPP-Partenariato Pubblico Privato

Condizioni di replicabilità

In questa sezione è possibile: conoscere gli elementi chiave che rendono il progetto e le soluzioni in questo adottate replicabili in altri contesti o luoghi, scaricare la documentazione necessaria per valutare la trasferibilità dell’iniziativa e prendere contatti con i referenti comunali per avere maggiori info sul progetto e poter procedere alla definizione di accordi di riuso.

Casi di riuso esistenti

No

Popolazione

Fattore irrilevante

Clima

fattore irrilevante

Morfologia

fattore irrilevante

Login
Username
Password
×

Pin It on Pinterest

Share This